mercoledì 6 novembre 2019

Morti 3 pompieri in una cascina a Quargnento per “atto doloso”

Sono dolose le esplosioni, almeno due, avvenute nella cascina di Quargnento (Alessandria), che son costate la vita a 3 vigili del fuoco. All’interno della cascina, che era disabitata, ma non in disuso, secondo fonti investigative sono state trovate bombole del gas collegate a congegni rudimentali a tempo. 

Dopo la prima esplosione, intorno a mezzanotte, sono arrivati sul posto i Vigili del Fuoco, che sono stati sorpresi da almeno un’altra esplosione, che ha provocato il crollo dell’edificio. L’intervallo tra le due esplosioni sembra sia stato casuale e non preordinato. Si esclude la pista terroristica. Resta da capire perché qualcuno abbia voluto far saltare la cascina. La coppia di proprietari dell’edificio è stata sentita dai carabinieri come persone informate dei fatti. Sul luogo della tragedia sono operativi anche i Ris dei carabinieri. 

Le vittime sono Marco Triches, 38 anni, Antonio Candido 32 e Matteo Gastaldo, di 46. Ci sono altri feriti: due vigili del fuoco e un carabinieri. I tre feriti erano rimasti sepolti nel crollo, ma non sarebbero in pericolo di vita.“Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso, durante un intervento in provincia di Alessandria, dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo”. 

Lo ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al prefetto Salvatore Mulas, capo Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, dopo l’esplosione a Quargneto, in provincia di Alessandria. “In questa dolorosa circostanza – ha aggiunto il capo dello Stato – desidero esprimere a lei e al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e di riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività. La prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e ai Vigili del Fuoco feriti gli auguri di pronta guarigione”.


Nessun commento:

Posta un commento