martedì 19 novembre 2019

Televisori e decoder, il bonus di Natale: "Al via dal 18 dicembre"

E' in Gazzetta Ufficiale il decreto legge del ministero dello Sviluppo Economico che dà via libera ai contributi economici - al bonus - per chi compra televisori e decoder. Parliamo di televisori e decoder di ultima generazione indispensabili - dal 30 giugno 2022 - per ricevere il segnale tv. Segnale che verrà trasportato lungo le frequenze del digitale terrestre con una nuova tecnologia, ribattezzata Dvb-T2.

Ecco come funzioneranno i contributi.

Così lo sconto. Le famiglie in difficoltà potranno chiedere al negoziante, al rivenditore, uno sconto -fino a 50 euro al momento di acquistare un televisore oppure un decoder per il Dvb-T2. Il contributo è esteso a tecnologie via cavo, se disponibili. Fino a 50 euro vuol dire che lo sconto sarà inferiore se il dispositivo acquistato costerà meno di 50 euro. Lo sconto si applicherà sul prezzo Iva inclusa.

Autocertificazione. Queste famiglie scaricheranno dal sito del ministero dello Sviluppo un modulo. Con il modulo certificheranno di rientrare nella categoria di reddito beneficiata dai contributi. Queste famiglie avranno diritto ai contributi a patto di avere un reddito complessivo (Isee) fino a 20.000 euro. 

All'Agenzie delle entrate. Il negoziante introdurrà il codice fiscale dell'acquirente nel sito dell'Agenzia delle entrate, in modo da avere l'ok alla concessione del bonus. All'Agenzia delle entrate comunicherà anche gli estremi del documento di identità del compratore e i dati identificativi del prodotto (in modo da verificarne l'idoneità). A sua volta il negoziante recupererà lo sconto sotto forma di credito d'imposta alla prima dichiarazione fiscale utile (con l'F24). Il ministero dello Sviluppo preciserà entro un mese le modalità di recupero per i venditori di altri Paesi dell'Unione Europea, inclusi quelli che commerciano via web.

Nessun commento:

Posta un commento