venerdì 18 giugno 2021

Morto Giampiero Boniperti, una vita per la Juve: aveva 92 anni


E' morto nella notte a Torino per una insufficienza cardiaca Giampiero Boniperti, presidente onorario della Juventus, di cui è stato una bandiera prima come calciatore e poi come dirigente. Lo rende noto la famiglia. Boniperti, che negli ultimi anni si era ritirato a vita privata, avrebbe compiuto 93 anni il 4 luglio. I funerali si svolgeranno nei prossimi giorni in forma privata per volere della famiglia.

Uno dei suoi ultimi interventi fu una lettera, scritta in occasione dei 90 anni:  "Alla Juve posso fare solo un augurio: continuare a vincere perché, come sapete, rimane sempre l'unica cosa che conta...". La vittoria, il marchio di fabbrica della sua Juventus, una casacca che Giampiero Boniperti l'ha portata per 444 partite. E poi, una volta tolta, si è seduto da dirigente negli uffici bianconeri. Eppure, quando era bambino si sarebbe accontentato - aveva raccontato tempo fa - di portarla "una volta, per essere felice per sempre".

Di vittorie e soddisfazioni alla Juventus ne ha avute tantissime, sul campo, ma soprattutto dietro la scrivania: cinque scudetti da giocatore, nel 'Trio magico' con Charles e Sivori, tutti i trofei possibili, in Italia e nel mondo, nel suo ventennio da presidente. Nel club bianconero era arrivato a 17 anni, pagato 60mila lire fifty fifty tra la squadra del suo paese, Barengo (Novara), e il Momo che l'aveva tesserato. Ne è uscito 48 anni dopo, quando ha lasciato la presidenza effettiva della Juventus. E' stato presidente dal '71 al '90 e poi, quando fu richiamato dalla famiglia Agnelli, amministratore delegato dal '91 al '94. Dal 2006 era presidente onorario.

Dei tantissimi calciatori di grido che ha portato alla Juventus, due tra i più amati sono stati Scirea e Del Piero; alla Juve ha fatto venire, dal Milan, un giovane Giovanni Trapattoni con il quale ha condiviso dieci stagioni con i primi successi internazionali. Una scommessa vinta contro gli scettici: con il "Trap" alla guida, la Juve vinse subito lo scudetto con il record a quota 51, quando le vittorie valevano ancora due punti. E' stato europarlamentare dal '94 al '99. Ma la sua grande, vera e unica passione è sempre stata la Juventus.


mercoledì 16 giugno 2021

Post di Eriksen: 'Grazie per gli incoraggiamenti'


"Grazie per i meravigliosi messaggi che mi inviate da ogni parte del mondo. Significano molto per me e la mia famiglia".

E' la risposta che Christian Eriksen ha inviato sul suo profilo Instagram, dall'ospedale dove è ancora ricoverato dopo il malore che lo ha colto in campo.

"Viste le circostanze, sto bene - aggiunge il giocatore danese - Devo sottopormi ad altri esami, ma mi sento ok. Ora tiferò per i miei compagni nella prossima partita".



martedì 15 giugno 2021

Video SkyNews, nell'istituto di Wuhan c'erano pipistrelli


L'Istituto di Virologia di Wuhan ha tenuto pipistrelli vivi in gabbia. Lo rivela SkyNews Australia in base ad un filmato, di cui è entrata in possesso, girato all'interno della struttura.

Immagini che smentirebbero la versione dell'Oms che aveva bollato l'ipotesi come "cospirazionismo". SkyNews Australia precisa che si tratta del video ufficiale - in cui si vedono addetti che nutrono i pipistrelli - dell'Accademia cinese delle scienze, girato in occasione del lancio del laboratorio di biosicurezza nel maggio del 2017. 

L'idea che il Covid sia sfuggito dal laboratorio di Wuhan è priva di fondamento. Parola di Shi Zhengli, numero due dell'Istituto di Wuhan, soprannominata Batwoman per le ricerche sul piccolo mammifero delle profonde e sperdute caverne dello Yunnan. In un'intervista al New York Times la virologa si inserisce nel dibattito sulle origini del Covid, sulle quali il G7 ha chiesto un'indagine trasparente. "Non so come si è arrivati a questo, al gettare costantemente spazzatura contro scienziati innocenti", dice denunciando i sospetti come privi di fondamento, inclusi quelli su alcuni dei suoi colleghi infettati prima anche della pandemia. 

Le sue parole comunque difficilmente riusciranno a fugare i dubbi sulle origini del Covid. I sostenitori della teoria della fuga del laboratorio ritengono che gli scienziati del laboratorio di Wuhan potrebbero aver contratto il virus in una grotta dai pipistrelli, o potrebbero averlo creato per errore o volontariamente. In ogni caso il virus sarebbe successivamente sfuggito dal laboratorio, forse tramite l'infezione di uno dei dipendenti. 



lunedì 14 giugno 2021

Uccide anziano e 2 bambini, poi si barrica in casa e si suicida


Ha sparato in strada ed ha colpito ed ucciso due fratelli di 3 ed 8 anni ed un anziano che era in bicicletta. Una quarta persona, un uomo uscito di casa con la carriola per gettare dei rifiuti, è riuscito a scampare i colpi.

Il responsabile del triplice omicidio, un uomo di 35 anni, è subito scappato e si è barricato in casa e dopo alcune ore si è ucciso. La tragedia si è consumata a Colle Romito, ad Ardea, località alle porte di Roma. L'anziano è morto nell'immediatezza del fatto, poco dopo anche i due piccoli che si trovavano davanti a casa a giocare. 

La situazione è sembrata subito disperata per i due fratelli, tanto che i soccorritori hanno preferito prestare subito le prime cure senza trasferirli in ospedale, nonostante fossero già arrivate le eliambulanze. E' così è subito partita una vera caccia all'uomo, culminata con l'individuazione dell'appartamento dove il 35enne si è barricato. Dopo tre ore, e senza più risposte dall'uomo, l'irruzione nell'abitazione: l'uomo questa volta aveva rivolto la pistola contro se stesso.